Caratteristiche

"CONCRETE"
EVOLUTO SISTEMA DI PARETI, SOLAI E DIVISORI PER L’EDILIZIA RESIDENZIALE E NON

Il sistema costruttivo che proponiamo parte dalla necessità di eliminare le obsolete lavorazioni tradizionali, troppo gravose e costose, ottimizzando i tempi di produzione, riducendo drasticamente le maestranze presenti in cantiere, eliminando le opere murarie in cantiere, dando al sistema razionalità, flessibilità, versatilità e sicurezza, mantenendo la struttura portante in calcestruzzo armato gettato in opera, ma sostituendo il laterizio o materiali similari con un sistema modulare a secco in calcestruzzo, legno, fibrogesso e/o cartongesso, che comprende:
 
  1. Telaio a pilastri e travi in cemento armato, gettato in opera, contemporaneamente alla posa in opera delle pareti perimetrali in cemento armato, industrializzate, complete di imbotti con predisposizione per alloggiamento di: finestre/portefinestre, bancali/soglie, avvolgibili elettrificati, zanzariere ed eventuali inferriate;
  2. Solai modulari in calcestruzzo armato in opera, alleggeriti con pannelli in polistirene, il tutto predisposto per ricevere la finitura a soffitto con lastre in cartongesso, su supporti in legno già incorporati nel solaio stesso.
  3. Struttura metallica per contropareti su muri esterni, tramezzature interne agli alloggi e tra diversi appartamenti, (compreso l’inserimento di falsotelaio per porte e moduli a supporto sanitari, in legno), con pannellature a finire in lastre di fibrogesso.

Tutto il sistema strutturale è realizzato con pochissime maestranze, anche da un’unica azienda, con
operazioni semplici, rapide, ripetitive ed economiche, a prova di errore.
 

LA “SCATOLA NELLA SCATOLA”

L’insieme degli elementi a secco della parete esterna e dei tamponamenti interni, unitamente al solaio e al rivestimento a soffitto, finito in cartongesso, rende ogni vano della casa assimilabile a una “scatola nella scatola” nettamente separato dagli elementi strutturali dell’edificio e la cui prestazione, già ben oltre i limiti di legge, può facilmente essere implementata agendo sugli spessori degli isolanti termoacustici impiegati.
 

STRUTTURA ANTISISMICA

  1. Le pressioni al suolo, nel sistema costruttivo proposto, si riducono sensibilmente (circa il 13%);
  2. Gli stati tensionali di travi e pilastri, nel sistema costruttivo proposto, si riducono di circa il 30%;
  3. Le deformazioni assolute e dinamiche del sistema, nel sistema costruttivo proposto, risultano essere meno rilevanti;
  4. I setti del tamponamento esterno in c.a. risultano essere positivamente verificati anche con ridotte armature metalliche (doppia rete Ø5, passo 15*15).
Dalla lettura dei risultati delle analisi si evince che il sistema costruttivo CONCRETE è efficace non solo per cercare di eliminare il più possibile lavorazioni sovrapposte e tempi morti, per ridurre le maestranze presenti in cantiere ed eliminare opere ed assistenze murarie, ma anche per migliorare le caratteristiche della tipica struttura in calcestruzzo armato, soprattutto in zona sismica, sfruttando le capacità portanti e controventanti dei setti in cemento armato, destinati ai tamponamenti esterni ed il minor peso della struttura.
 

RISPARMIO ENERGETICO

Il sistema si presta a soddisfare le esigenze dell’involucro per le nuove costruzioni a “energia quasi zero”, come definito dai decreti di attuazione della Legge 90/2013, con una metodologia costruttiva che consente la correzione totale dei “ponti termici” strutturali di: pilastri, travi e solai, mediante
totale isolamento esterno a “cappotto” in polistirene.

Divisori interni, divisori tra appartamenti e finitura interna delle pareti esterne, con struttura metallica, rivestite con pannellature in fibrogesso, resistenti agli urti ed idonee al supporto di mobili e pensili con semplici ganci a vite. Le coibentazioni sono assicurate ai massimi livelli, dall’impiego di materiali in lane minerali ad elevate prestazioni termo-acustiche.

Intradosso solaio, zona abitativa, finito in lastre di cartongesso, fissate su idonei supporti in legno integrati nel solaio.

La struttura presenta una elevata massa media superficiale, a tutto vantaggio del mantenimento del comfort ambientale con ridotte escursioni termiche.

Le soluzioni costruttive adottate consentono l’integrazione dei serramenti con eliminazione dei ponti termici e la realizzazione di “moduli finestra” con possibilità di creare nicchie coibentate sfruttabili per l’arredo.
 

ACUSTICA

Utilizzo di sistemi leggeri, a secco, basati sul meccanismo massa-molla-massa Il sistema proposto, che prevede l’utilizzo di sistemi massivi (setti in calcestruzzo armato di spessore pari a 8 cm.) accoppiati con elementi a secco sostenuti da struttura metallica, con intercapedine riempita del tutto o parzialmente da lana minerale di bassa/media densità e di elementi completamente a secco (nelle partizioni interne), risulta da un punto di vista acustico, altamente performante. La prestazione degli elementi tecnici è peraltro facilmente scalabile agendo sullo spessore e sulla tipologia degli isolanti termoacustici impiegati.

Pacchetto murario esterno a pilastri con setti di collegamento in calcestruzzo e coibentazione in esterno tramite cappotto in polistirolo come da calcoli tecnici (ad esempio: di spessore 14 cm), verso il lato interno coibentazione termoacustica in lana minerale (ad esempio: spessore 10 cm) e finito internamente con lastre in fibrogesso.
Rw ≥ 60 dB
Pareti di separazione tra diversi alloggi realizzate a secco con due strutture metalliche tra loro separate ed indipendenti, a finire con lastre in fibrogesso (3 lastre). Le due intercapedini tra le lastre sono riempite con lana minerale a bassa densità di spessore variabile, eventualmente inserita anche nell’intercapedine tra le due strutture indipendenti.
Rw ≥ 60 dB
Pareti divisorie realizzate a secco con semplice struttura metallica, spessore finito 12,5 cm, con inserita coibentazione termo-acustica in lana minerale a bassa densità e finite con lastre in fibrogesso su entrambe le facce.
Rw ≥ 45 dB

* DPCM 5/12/1997 Requisiti acustici degli edifici ** UNI 11367:2010 Classificazione acustica delle unità immobiliari.

CONTATTACI